Home Mesi precedenti Maggio 2017
Maggio 2017 PDF Stampa E-mail

N° 195 - Maggio 2017

Lu 01

S. Giuseppe Lavoratore

8.30: Messa

Ma 02

S. Atanasio Vesc. E Dott.

18.30: Messa

Me 03

Ss. FILIPPO e GIACOMO, Apostoli

18.30: Messa

Gio 04


17.00: Adorazione

18.30: Messa + adorazione fino alle 20.00.

Ve 05

 

18.30: Messa

Sa 06

 

8.30: Messa

18.30: Messa prefestiva

Do 07

IV Domenica di Pasqua

Messa: 8.00, 10.00, 11.30

 

Lu 08

 

8.30: Messa

18.00: Gruppo di preghiera

Ma 09

 


18.30: Messa

Me 10

 

18.30: Messa

Gio 11

 


17.00: Adorazione

18.30: Messa + adorazione fino alle 20.00.

Ve 12

 

18.30: Messa

Sa 13

B. Maria Vergine di Fatima

8.30: Messa

18.30: Messa prefestiva

Do 14

V Domenica di Pasqua

RITIRO PRIMA COMUNIONE

Messa: 8.00, 10.00, 11.30

 

Lu 15

 

8.30: Messa

18.00: Gruppo di preghiera

Ma 16

 

18.30: Messa

Me 17


18.30: Messa

Gio 18

S. Giovanni I, Papa e Mart.

17.00: Adorazione

18.30: Messa + adorazione fino alle 20.00.

Ve 19


18.30: Messa

Sa 20

S. Bernardino da Siena Sac.

8.30: Messa

18.30: Messa prefestiva

Do 21

VI Domenica di Pasqua

Messa: 8.00, 10.00 (in Chiesa)

11.00: Messa di prima Comunione a Don Gnocchi

Lu 22

S. Rita da Cascia, Rel.

8.30: Messa

18.00: Gruppo di preghiera

Ma 23


18.30: Messa

Me 24

 

18.30: Messa

Gio 25

Ascensione del Signore(si celebra la domenica)

17.00: Adorazione

18.30: Messa + adorazione fino alle 20.00.

Ve 26

S. Filippo Neri, Sac.

18.30: Messa

Sa 27

S. Agostino di Canterbury, Vesc.

8.30: Messa

18.30: Messa prefestiva

Do 28

ASCENSIONE DEL SIGNORE

Messa: 8.00, 10.00, 11.30

Lu 29

 

8.30: Messa

18.00: Gruppo di preghiera

Ma 30

 

18.30: Messa

Me 31

VISITAZIONE DELLA B.V.M.

18.30: Messa

GIUGNO

Ve 02

FESTA PATRONALE-PARROCCHIALE

Ogni domenica la S. Messa viene celebrata alle 9.45 a Don Gnocchi. Battesimi: si celebrano due volte al mese: la 1a domenica (messa del sabato sera) e la 3a (messa delle ore 11.30). Prenotate almeno due mesi prima. Oltre all'incontro con il sacerdote, la preparazione comporta la partecipazione ad alcune riunioni con i genitori che nello stesso periodo vogliono far battezzare il figlio.

Orario delle Messe: la S. Messa feriale si celebra alle ore 18.30

Preghiera del Rosario: tutti i giorni alle ore 18.00, prima della Messa serale.

Adorazione eucaristica: tutti i giovedì dalle 17.00 fino all’ora della messa e dopo la messa.

PRIMA COMUNIONE: 21 MAGGIO 2017 ALLE 11.00 a DON GNOCCHI

 

 

  • Questo foglio mensile è sempre disponibile in chiesa

Qual è il significato dell’Ascensione?

San Giovanni nel quarto Vangelo, pone il trionfo di Cristo nella sua completezza nella Resurrezione, e del resto anche gli altri evangelisti dando scarso rilievo all’Ascensione, confermano che la vera ascensione, cioè la trasfigurazione e il passaggio di Gesù nel mondo della gloria, sia avvenuta il mattino di Pasqua, evento sfuggito ad ogni esperienza e fuori da ogni umano controllo. Quindi correggendo una mentalità sufficientemente diffusa, i testi evangelici invitano a collocare l’ascensione e l’intronizzazione di Gesù alla destra del Padre, nello stesso giorno della sua morte, egli è tornato poi dal Cielo per manifestarsi ai suoi e completare la sua predicazione per un periodo di ‘quaranta’ giorni. Quindi l’Ascensione raccontata da Luca, Marco e dagli Atti degli Apostoli, non si riferisce al primo ingresso del Salvatore nella gloria, quanto piuttosto l’ultima apparizione e partenza che chiude le sue manifestazioni visibili sulla terra. Pertanto l’intento dei racconti dell’Ascensione non è quello di descrivere il reale ritorno al Padre, ma di far conoscere alcuni tratti dell’ultima manifestazione di Gesù, una manifestazione di congedo, necessaria perché Egli deve ritornare al Padre per completare tutta la Redenzione: “Se non vado non verrà a voi il Consolatore, se invece vado ve lo manderò” (Giov. 16, 5-7). Il catechismo della Chiesa Cattolica dà all’Ascensione questa definizione: “Dopo quaranta giorni da quando si era mostrato agli Apostoli sotto i tratti di un’umanità ordinaria, che velavano la sua gloria di Risorto, Cristo sale al cielo e siede alla destra del Padre. Egli è il Signore, che regna ormai con la sua umanità nella gloria eterna di Figlio di Dio e intercede incessantemente in nostro favore presso il Padre. Ci manda il suo Spirito e ci dà la speranza di raggiungerlo un giorno, avendoci preparato un posto”.

 

P. Vincenzo, P. Guy-Léandre